• /
  • news
  • /
  • L'effetto degli incentivi auto: a settembre +9.5% per il mercato

L'effetto degli incentivi auto: a settembre +9.5% per il mercato


Tags: Curiosità - Incentivi

In ripresa il mercato dell'auto e ciò grazie alla norma contenuta nel Decreto Rilancio

L'effetto degli incentivi auto: a settembre +9.5% per il mercato

Osservazione del Centro Studi Promoter: il successo è dovuto alla norma contenuta nel Decreto Rilancio; ma ad essere in espansione è solamente il segmento "fossile"

La vendita delle automobili in Italia ricomincia a crescere. Dopo i mesi passati, che possono definirsi a dir poco bui, a settembre abbiamo assistito al registrarsi del primo  dato positivo  nel mercato dell'auto con un incremento del 9,54%. A sostenere ciò è una ricerca condotta dal Centro Studi Promoter; da cui si evince una condizione di forte speranza da parte dei venditori del settore. Dagli studi condotti emerge che il merito va conferito al nuovo bonus auto e in particolar modo alle norme contenute nel Decreto Rilancio che ne hanno accresciuto il fondo ed aumentato i segmenti di veicoli a cui attribuire le agevolazioni. La spinta più importante pare provenga dal discusso provvedimento che indica di destinare i fondi previsti anche a veicoli con emissioni  di CO2 fino a 110 g/km, confine estremo entro cui rientrano i nuovissimi motori Euro 6.

Facendo fede all'analisi del Centro Studi Promoter, è stato il segmento più inquinante , tra quelli proposti per gli incentivi, quello che ha raccolto maggior successo e tale dato è stato inconfutabilmente dimostrato dagli acquisti; al punto tale di aver esaurito il budget messo a disposizione già nella prima metà del mese di settembre. Come prevedibile, subito dopo le immatricolazioni hanno subito un decremento.

Per gli studiosi gli esiti sarebbero potuti essere molto più considerevoli se il budget messo a disposizione per gli incentivi non fosse stato strettamente limitato alle emissioni. Opinione condivisa anche dalle associazioni dei concessionari che auspicato che tutti i fondi stanziati  per le svariate categorie di bonus  possano convergere in un unico fondo. Il Centro, in un noto articolo asserisce " Questa richiesta potrebbe essere accolta nella conversione in legge del Decreto Agosto e se così fosse, l'ultimo trimestre dell'anno potrebbe essere caratterizzato da incrementi anche di quello di settembre e non si deluderebbero le aspettative degli operatori e del pubblico".

In verià, il Decreto Agosto (DL 104/2020) ha già esplicato alcune innovazioni  per il mercato auto italiano, volte a rafforzare gli strumenti di ripresa. In primis è stato previsto un incremento di 400 milioni di euro per gli incentivi all'acquisto 2020. E' stata inoltre aggiunta un'ulteriore fascia emissiva che quindi da tre passerebbero a quattro : da 0 e 20 g/km (auto elettriche); tra 21 e60 g/km (ibride plug-in); tgra 61 e 90 g/km (ibride tradizionali o full hybrid); tra 91 e 110 g/km (euro 6 a benzina e gasolio, bifuel).  Inoltre è stato costituito un fondo di 5 milioni di euro  volto a sovvenzionare le agevolazioni fiscali (sconto del 40% sugli oneri sul passaggio di proprietà) da regolare nel particolare con il prossimo Decreto Ministeriale.

Ora si aspetta il processo di conversione in parlamento, ma Gian Primo Quarigliano, presidente del Centro studi Promoter volge la sua attenzione ad un rilancio economico per il prossimo anno e rimarca "l'assoluta necessità di destinare al rinnovo del parco circolante italiano di autovetture risorse decisamente più consistenti di quelle stanziate nel 2020. La via più consona in questo momento è la Legge di Bilancio 2021 - spiega Quagliano - ma si dovrà dare fondo anchde ai sussidi messi a disposizione  dall'UE per osteggiare gli effetti economici provocati dalla pandemia"; per pianificare un percorso di recupero per il settore auto che si trova ancora in piena emergenza coronavirus ed in più non ha nemmeno superato gli effetti provocati dall crisi del 2008, e che è il fondamento su cui basare una nuova mobilità più sicura e soprattutto ecologica.

 

Tratto da Rinnovabili.it



Articoli correlati

Bollo auto, facciamo chiarezza: come evitare le multe?


23/11/2020

Siamo a ridosso del bollo auto, come si devde comportare chi noleggia un veicolo a lungo termine?

Siamo a ridosso della fine dell'anno e proprio in questo periodo si percepisce un grandissimo caos inerentemente al pagamento della tassa di proprietà, ancor più nota come bollo auto....


Leggi


Catene da neve o pneumatici invernali?


17/11/2020

In gran parte delle provincie italiane con l’approssimarsi della stagione invernale si avvicina anche il tempo dell’obbligatorietà di montare pneumatici invernali o catene da neve.

E’ tornato inesorabile l’inverno e per gli automobilisti si ripresentano i quesiti inerenti alle norme che obbligano all’uso di catene da neve o pneumatici invernali....


Leggi


Auto ferma in autostrada. Cosa fare?


12/10/2020

La tua auto è in panne in autostrada. Quali sono le procedure più sicure e che salvino il tuo portafoglio?

La tua auto è in panne in autostrada. Quali sono le procedure più sicure e che salvino il tuo portafoglio? Trovarsi a grande distanza da casa, in una situazione di stallo è di sicuro una preoccupazione frequente prima di mettersi in viaggio. Ma se accade, facendo alcune...


Leggi