• /
  • news
  • /
  • SMOG E LOCKDOWN

SMOG E LOCKDOWN


Tags: Inquinamento

Auto ferme, polveri sottili in aumento

 

 

Lo si sapeva, o quanto meno lo si sospettava da tempo e i lockdown che ci hanno chiusi in casa nell’anno appena trascorso lo hanno confermato: il problema dello smog è solo parzialmente collegato all’uso dell’auto perché, in numerosissime città medio grandi, nel corso del 2020 la percentuale di polveri sottili è aumentata rispetto ai medesimi periodi dell’anno precedente.

 

Il Caso Milano

 

A Milano, ad esempio, la concentrazione di polveri sottili nell’aria, che a settembre 2019 era di 22 microgrammi per metro cubo, è salita a 23,7 e lo stesso si è verificato a ottobre e novembre, dati coerenti con quelli di città come Roma e Napoli.

 

Quindi il ritornello “colpa del traffico” non regge.

 

Sempre a Milano, il dato peggiore, 101 microgrammi per metro cubo, si è registrato il 27 novembre, quando era già scattata la zona rossa con gli spostamenti in auto ridotti al minimo, mentre nello stesso giorno dell’anno prima le misurazioni avevano certificato una quota di  25 microgrammi per metro cubo.

 

Basta con le demonizzazioni

 

E se è vero che abbiamo avuto un autunno poco piovoso, è altrettanto chiaro che non è solo il traffico automobilistico il colpevole: certo incide, come incide un parco auto troppo datato, ma ne sono responsabili anche le caldaie altrettanto anziane, mezzi pubblici troppo spesso obsoleti, impianti vecchi, eccetera.

L’evidenza dei dati dovrebbe far pensare a interventi non riferiti soltanto alla mobilità, ma all’adeguamento a standard più efficienti di classificazione energetica degli edifici, a una riqualificazione industriale concreta e a una revisione del sistema dei trasporti pubblici.

Difficile? Certo. Costoso? Anche, ma ci auguriamo che i nostri amministratori, considerate anche le straordinarie risorse su cui potranno contare, mettano finalmente mano a dei piani concreti, senza demonizzazioni.




Articoli correlati

Il potenziale futuro dei veicoli a idrogeno


28/09/2022

Le auto con celle a combustione sono spesso oggetto di critica nell'industria automobilistica, e il loro sviluppo è stato notoriamente messo da parte per molti anni. Ma come può una vettura a idrogeno sorpassare la diffusione dell'elettrico ed avere una maggiore speranza di distribuzione in un futuro prossimo?

Le auto con celle a combustione sono spesso oggetto di critica nell'industria automobilistica, e il loro sviluppo è stato notoriamente messo da parte per molti anni. Ma come può una vettura a idrogeno sorpassare la diffusione dell'elettrico ed avere una maggiore speranza di...


Leggi


Il carburante sintetico potrà rimpiazzare l'elettrico?


31/08/2022

Carburante sintetico: cos'è e come può diventare una valida alternativa alle auto elettriche per il futuro?

Carburante sintetico: sviluppo e confronto con l'elettrico....


Leggi


Il vero inquinamento delle auto elettriche


27/07/2022

Le auto elettriche sono veramente meno inquinanti delle controparti a combustione? In questo articolo di autonoleggio.it verranno esposti i dati di produzione delle materie prime fino alla contaminazione dell'ambiente dopo la messa su strada, così come dopo, con lo smantellamento dei componenti.

Auto elettriche: produzione e inquinamento....


Leggi