• /
  • news
  • /
  • LA FIAT È MORTA, VIVA … STELLANTIS

LA FIAT È MORTA, VIVA … STELLANTIS


Tags: Economia

Nel lunedì appena trascorso, le assemblee degli azionisti hanno dato il via libera definitivo al progetto di fusione tra Fiat Crysler e la francese PSA

 

Nasce Stellantis

Dopo il via libera dell’antitrust europeo lo scorso 21 dicembre,  è arrivato lunedì anche l’ok degli azionisti di PSA e FCA che sancisce la nascita di Stellantis, di fatto il quarto produttore mondiale di auto con 180 miliardi di fatturato, ben 15 marchi (tra cui Peugeot, Citroën, Opel, Vauxhall, Fiat, Jeep, Chrysler Ram, Lancia e Alfa Romeo), 400.000 dipendenti e 8,7 milioni di vetture prodotte l’anno, in un’operazione presumibilmente si concluderà con la quotazione a fine mese a Milano, Londra e New York.

La sede della nuova società sarà in Olanda e il presidente sarà John Elkann, mentre Carlos Tavares, CEO Psa, sarà l’amministratore delegato della nuova società.

Joint venture o acquisizione?

Ufficialmente si tratta di un’aggregazione alla pari, ma, a quanto affermano gli analisti, nei fatti è l’acquisizione del gruppo italo americano da parte di quello francese, non solo perché le autorità olandesi impongono che nei documenti figurino un compratore e un venditore – PSA compra FCA – ma, soprattutto, per la composizione del consiglio d’amministrazione che, se vede una composizione equilibrata dei membri, esprime come CEO l’attuale AD del gruppo francese. 

Priorità

Tra le principali priorità di Stellantis ci sono l’elettrificazione dell’intera gamma, cosa che porterà via non poco tempo, il miglioramento della presenza sul mercato cinese, dove entrambi i gruppi d’origine hanno, oggi, numeri estremamente scarsi, e l’aumento della penetrazione in quello USA, dove l’azienda del Lingotto già ottiene buone performance con Jeep e Ram, mentre la francese è praticamente assente.

Non a caso come responsabile del mercato statunitense è stato scelto Mike Manley, attuale numero uno di FCA con passaporto americano.



Articoli correlati

Prenotazioni Ecobonus: nuovi incentivi, stessi risultati?


13/01/2023

Dopo pochi giorni dall'entrata in vigore dei nuovi incentivi, si verificano trend ben distanti dagli obbiettivi del Governo di un traffico green. Ecco in cosa consistono questi vantaggi e come possono contribuire ad una vera svolta ecologica.

Dopo pochi giorni dall'entrata in vigore dei nuovi incentivi, si verificano trend ben distanti dagli obbiettivi del Governo di un traffico green. Ecco in cosa consistono questi vantaggi e come possono contribuire ad una vera svolta ecologica....


Leggi


La crisi dei componenti e il graduale aumento dei prezzi delle...


16/11/2022

Il costo di auto nuove o usate attualmente presentato dai concessionari e rivenditori sta raggiungendo picchi storici. Come può la scarsità di materiali compromettere a tal punto l'industria automobilistica e quali sono le conseguenze?

Come può la scarsità di materiali compromettere a tal punto l'industria automobilistica e quali sono le conseguenze?...


Leggi


Aumento del costo della ricarica: c'è ancora convenienza?


28/10/2022

Nei siti di informazione dilagano ricerche sulla effettiva convenienza della ricarica di auto elettriche con rincari dell'elettricità che a detta delle ricerche raggiungono il 160%. Qual è la verità sull'effettivo svantaggio e cosa può cambiare?

Nei siti di informazione dilagano ricerche sulla effettiva convenienza della ricarica di auto elettriche con rincari dell'elettricità che a detta delle ricerche raggiungono il 160%. Qual è la verità sull'effettivo svantaggio e cosa può cambiare?...


Leggi