• /
  • news
  • /
  • Correzioni agli incentivi per l'elettrico: in vista una rivoluzione del parco circolante

Correzioni agli incentivi per l'elettrico: in vista una rivoluzione del parco circolante


Tags: Elettrica - Incentivi - Mobilità - Autonoleggio - Idrogeno

Nuove misure di agevolazione per l'acquisto di auto a basse emissioni.

Di recente, l'esecutivo ha presentato correzioni per gli incentivi, offrendo bonus per le colonnine di ricarica e vantaggi estesi alle società di noleggio. Molti di questi incentivi sono però sfruttabili entro la fine dell'anno: ecco come conoscerli e gestirli al meglio.

Dopo una prima crisi a causa della pandemia che, nonostante il crollo delle vendite in gran parte dei settori dell'automotive, non ha intaccato del tutto la mobilità in elettrico, ora di fronte ad una nuova emergenza mondiale come la guerra in Ucraina, lo sviluppo delle vendite ha accusato un forte ribasso.

La reperibilità dei semiconduttori e delle relative materie prime, così come l'esoso aumento dei prezzi dell'energia hanno notevolmente messo in difficoltà il mercato di EV e di fronte agli obblighi di decarbonizzazione, l'obiettivo di un traffico a zero emissioni sembra fin troppo lontano. Di certo l'intricato sistema di incentivi non aiuta, o almeno dovrebbe, ed è bene fare chiarezza:

 

Innanzitutto, il bonus è destinato ad aumentare per gli acquirenti con reddito inferiore ai 30 mila euro, e in base alle attuali previsioni, gli incentivi per auto Euro 6 e successivi sono destinati a salire del 50%, estendendo i vantaggi anche ai noleggiatori purché mantengano la proprietà del veicolo per più di un anno. Considerando infatti che il 60% delle auto elettriche nello scorso anno sono state immatricolate proprio dalle aziende di noleggio, è più che conveniente l'estensione degli incentivi ad un settore che si caratterizza per un parco circolante con in media 12 anni di vita. I contributi arriveranno a 6.000 euro per ibride e 7.500 per eletriche in casi di rottamazione di veicoli inferiori a Euro 5.

Tutto ciò permetterà quindi un rinnovamento delle flotte così come del traffico stesso, già incline ad una progressiva diminuzione a causa dello smantellamento dei veicoli a motore termico più datati ed inquinanti.

 

Degna di nota è anche la pubblicazione di un finanziamento di 40 milioni di euro totali, per la costruzione e la diffusione di colonnine di ricarica per privati o condivisibili in condomini, con contributi dell'80% per l'acquisto e fino a 1500 euro per ogni richiesta.

 

Questi finanziamenti arriveranno in risposta alle leggi della Commissione Trasporti e del Parlamento Europeo: infatti è stata imposta la costruzione di charging point ogni 60 chilometri nelle maggiori strade europee. Si riscontra anche una maggiore indicizzazione dell'idrogeno, destinato ad avere più spazio nelle già presenti stazioni di rifornimento, arrivando ad una ogni 100 chilometri entro il 2028.

Per la richiesta di questi bonus, sfruttabili entro il 31 dicembre 2022, il concessionario effettuerà la domanda nel portale specifico del governo, e l'auto verrà acquistata direttamente al prezzo scontato.



 

Per altre news e per noleggiare l'auto che cerchi, visita http://www.autonoleggio.it

 


- Federico D'Angelo



Articoli correlati

Aumento del costo della ricarica: c'è ancora convenienza?


28/10/2022

Nei siti di informazione dilagano ricerche sulla effettiva convenienza della ricarica di auto elettriche con rincari dell'elettricità che a detta delle ricerche raggiungono il 160%. Qual è la verità sull'effettivo svantaggio e cosa può cambiare?

Nei siti di informazione dilagano ricerche sulla effettiva convenienza della ricarica di auto elettriche con rincari dell'elettricità che a detta delle ricerche raggiungono il 160%. Qual è la verità sull'effettivo svantaggio e cosa può cambiare?...


Leggi


Retrofit elettrico tra gli incentivi: di cosa si tratta?


21/10/2022

La conversione dell'auto in elettrico è una tecnica in fase di diffusione e in costante miglioramento. Con l'inclusione di questo nuovo servizio tra gli incentivi, sarà forse un'innovazione determinante per un traffico più ecologico?

La conversione dell'auto in elettrico è una tecnica in fase di diffusione e in costante miglioramento. Con l'inclusione di questo nuovo servizio tra gli incentivi, sarà forse un'innovazione determinante per un traffico più ecologico?...


Leggi


Il potenziale futuro dei veicoli a idrogeno


28/09/2022

Le auto con celle a combustione sono spesso oggetto di critica nell'industria automobilistica, e il loro sviluppo è stato notoriamente messo da parte per molti anni. Ma come può una vettura a idrogeno sorpassare la diffusione dell'elettrico ed avere una maggiore speranza di distribuzione in un futuro prossimo?

Le auto con celle a combustione sono spesso oggetto di critica nell'industria automobilistica, e il loro sviluppo è stato notoriamente messo da parte per molti anni. Ma come può una vettura a idrogeno sorpassare la diffusione dell'elettrico ed avere una maggiore speranza di...


Leggi